AAVV -  La terra del Duce. L'era fascista nella Romagna forlivese 1922-1940
search
  • AAVV -  La terra del Duce. L'era fascista nella Romagna forlivese 1922-1940

AAVV - La terra del Duce. L'era fascista nella Romagna forlivese 1922-1940

18,00 €
Quantità

  Sicurezza

Non raccogliamo dati oltre a quelli essenziali per far funzionare il nostro sito

  Spedizione

Solitamente spedito in 24 o 48 ore a seconda dell'effettiva disponibilità.

  Reso

Il reso è a carico del cliente e il rimborso verrà emesso in conformità della legge italiana.

Spesso citare la Romagan come propria terra natale o di residenza richiama alla mente altrui l'immagine gaudente e chiassosa della riviera adriatica o il sapore di un buon bicchiere di sangiovese e di una piadina, oppure le note della celeberrima Romagna mia di Secondo Casadei.

Non manca, però, chi allude con un pizzico di maliziosa provocazione a Lui, il "volitivo mascellone romagnolo", oppure prorompa apertamente in uno spontaneo: Ah, la terra del Duce!

Ancora oggi la Romagna, Forlì e Predappio sono rispettivamente la terra, la prima città d'adozione e il paese natale del Duce: è l'impronta indelebile del Ventennio che tanto profondamente ha segnato la storia italiana e, più strettamente, quella romagnola.

Questa appartenenza geografica di Mussolini non può certamente negarsi, ma neppure celebrarsi in chiave nostalgica o apologetica, va soltanto storicizzata per meglio comprendere come in Romagna il fascismo sia stato vissuto all'ombra dell'ingombrante figura del Duce.

Questo libroè, appunto, un viaggio nella Romagna fascista dal 1922 al 1940, il racconto di avvenimenti e storie personali, il ritratto di protagonisti, "tipi e tipetti" in camicia nera, e infine il ricordo di tante vittime, consapevoli o no, direttamente o indirettamente travolte dal gorgo della dittatura.

4 Articoli

Scheda tecnica

Pagine
150
Commenti (0)
Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.